Il Mangiatore di Stelle

Quadro rappresentante Uomo con stella

Sono un creativo. Amo creare.

E’ un momento speciale quando un’idea mi illumina, e, da semplice pensiero, diventa una possibile stella.

Un punto di riferimento nel cielo da puntare e seguire.
E’ come un amore improvviso. Mi fa battere il cuore e sentire vivo.

Quanti pensieri, come navi, sono attraccati al mio porto? Troppi.

Quante idee mi hanno illuminato e mostrato una possibile via? Un’intera galassia.

Ma siamo in tempi veloci. Tutto va di fretta.

Anzi scusate. Non so voi, ma io vado di fretta. I miei pensieri vanno di fretta. I miei sentimenti vanno di fretta.
E a volte anche l’innamoramento, sia di un progetto o di una persona, va di fretta.

Ma è un attimo che mi fa sentire vibrante. Vivo.

Mi accorgo che sono diventato divoratore di attimi. Mangiatore di stelle.

Sono come le ciliegie. Una tira l’altra, ma la fame non diminuisce, anzi aumenta, diventando quasi disperazione.

E ogni singola fiamma che si accende nel cielo è una candela, che recita un riposa in pace.

E arriva un pensiero, veloce come una stella cometa : cosa potrebbe accadere se  tutte le stelle scomparissero?

Meglio andare di fretta e non notare che forse il cielo si è già spento da tempo.

Meglio non fermarsi per non sentire tutta questa solitudine.

Meglio correre anche se dentro e fuori è tutto buio.

Ascoltando con crescente inquietezza il fiatone che scandisce i battiti del cuore, mi fermo sorpreso. Sembrerebbe una melodia fatta di fiati e percussioni.

Nella fretta non li avevo mai notati.

Chiudo gli occhi e ascolto. Mi sembrano suoni lontani, distanti.

Apro gli occhi e guardo. Per davvero, come se fosse la prima volta.

Che strano posto: sembra un giardino.

“Dove sono”? mi domando confuso.

“In un luogo dove quello che si comincia, si termina.”, risponde una voce alle mie spalle.

Facebook Comments
Share