Il mio Amico Animale

Sara The Dog

Gli Animali: una parte importante della nostra Famiglia.

In   questo post voglio dedicare un po’ di spazio a Sara, la mia cagnolina che da quasi sei anni mi sta vicino.

Un animale diventa parte della Famiglia. In casa mia è una bambina pelosa.

Ha una personalità ben definita: dolce, socievole, affettuosa, educata, obbediente …

Sì, avete ragione! Ho avuto una gran botta di fortuna essendo il mio primo cane.

 

Indagando sull’origine etimologico della parola ho trovato queste definizioni:

 

“Organismo dotato di sensi e capace di muoversi; proprio dell’Anima.
Dal latino: animal derivato di anima anima, affine al greco: anemos vento, soffio e al sanscrito ātman col medesimo significato.
Parola usata, parola normale – eppure antichissima e complessa.
L’animale è uno dei grandi regni naturali in cui dividiamo il mondo (lo sappiamo dalle elementari), e oltre al moto e ai sensi, possiamo attribuirgli caratteri più specifici: l’animale comprende gli organismi eterotrofi (cioè che non sintetizzano il proprio nutrimento a partire da sostanze inorganiche) le cui cellule siano differenziate.

L’Animale è un essere complesso che vive del vivente.

Non ha la serena immobilità della pianta, né la sua leggera autosufficienza , che campa di minerali, acqua e luce, l’animale è quello che non si basta, è il peripatetico in perenne ricerca fuori da sé. Per mangiare, per riprodursi, per amare.
L’etimologia ci racconta poi una qualità fondamentale dell’animale, la più evidente e la più affratellante: il respiro.

L’immagine della vita che si anima col primo soffio che apre i bronchi, e poi la concezione di quello stesso soffio come essenza universale della vita è qualcosa che taglia trasversalmente tutte le grandi culture umane: dall’anima occidentale all’ātman indiano al qi e al ki cinese e giapponese, tutte queste parole hanno lo stesso significato intimo.
L’animale diventa allora chi spartisce questo respiro con coscienza via via maggiore – fratelli di grado in grado più responsabili”.  Testo originale pubblicato su unaparolaalgiorno.it: http://unaparolaalgiorno.it/significato/A/animale

Spesso dimentichiamo il valore che ha un Animale per noi e per la nostra Energia.
Si dice che sia il Guardiano delle nostre Energie Profonde. 
Una volta entrato a far parte della nostra vita, prende parte del nostro Karma e ci aiuta a mostrarci parti di noi che spesso, in una Società dura come la nostra, dimentichiamo.
Un animale fa vibrare la nostra Dolcezza e la nostra Sensibilità.

Tempo fa un’amica mi regalò dei pensieri.

Oggi voglio condividerli con voi per Benedire il mio cane e ringraziarlo per l’Affetto costante e per avermi insegnato l’Amore incondizionato.

La mia vita dura circa 10 – 15 anni al massimo, ogni volta che mi separo da te per me è una sofferenza. Pensaci prima di adottarmi!

Sii paziente con me, dammi il tempo di capire cosa vuoi che faccia. La maggioranza delle persone capisce soltanto una lingua, mentre da me si pretende che io ne capisca due: quella canina e quella umana.

Fidati di me perché tu sei la mia unica ragione di vita.

Non restare arrabbiata/o con me a lungo: tu hai il tuo lavoro, i tuoi amici, i tuoi divertimenti, ma io ho soltanto te.

Parla con me. Anche se io non capisco le tue parole, mi piace ascoltarti e riconoscerei tra mille la tua voce!

Sappi che comunque mi tratti, ti perdonerò sempre.  Ma non potrò mai dimenticare e quel che i fai segnerà per sempre.

Prima di picchiarmi, ricordati che anche se posso difendermi, non sceglierò mai di morderti.

Prima di sgridarmi perché sono testardo, stanco o svogliato, chiediti se c’è qualcosa che non va. Forse il cibo che mi dai non mi fa bene, oppure sono rimasto troppo tempo al sole o il mio cuore si sta indebolendo o sto invecchiando

Per favore, prenditi cura di me quando sarò vecchio: anche tu invecchierai e avrai bisogno di qualcuno che si prenda cura di te e con ti abbandoni.

Quando arriverà il giorno del mio ultimo viaggio, per favore, resta accanto a me. Non dire non puoi sopportare di vedermi morire, non lasciare che io affronti quel terribile momento da solo. Se sarai al mio fianco sarà più facile per me lasciarti, perché saprò che mi vuoi bene e che stai facendo quel che è giusto per me.

Il tuo cane

 

 

Facebook Comments
Share